RITORNARE PER RACCONTARE

il film

TRAMA

La storia del vivace centenario Giuseppe Bassi uno dei pochi sopravvissuti della Campagna italiana di Russia che catturato dai Sovietici nel ’42 viene imprigionato nei campi di concentramento di Tambov Oranki e Suzdal e rientrerà in Italia un anno e mezzo dopo la fine della guerra.

I due personaggi di questa storia sono molto vicini emotivamente ma allo stesso tempo opposti.

Giuseppe è un anziano che ha combattuto la seconda guerra mondiale sul fronte sovietico Katerina invece è una donna che con la guerra ha avuto poco a che fare che ha un vissuto completamente diverso ma che proviene proprio da quel paese in cui Giuseppe ha vissuto tanta sofferenza.

Katerina ripercorre in modo non cronologico gli incontri e i dialoghi che ha avuto con Giuseppe così da ricostruirne la storia.  Il suo racconto diventa quello di un “noi collettivo” quello di un personaggio con cui immedesimarsi perché mostra la guerra nella sua tragedia senza schieramenti e cerca di portare uno sguardo oggettivo sul fronte Russo una pagina di storia poco raccontata della Seconda Guerra Mondiale.

Attraverso le riflessioni di Katerina entriamo in profondità del vissuto di Giuseppe nelle sue emozioni ma al tempo stesso passiamo dal microcosmo della sua storia personale al macrocosmo della guerra intesa in senso più ampio.

SCHEDA

Anno: 2019

Genere: Documentario

Durata: 84 min.

Regia: Rebecca Basso

Prodotto e Distribuito da: Emera Film

SCHEDA

 

Anno 2019

Genere: Documentario

Durata: 84 min.

Regia: Rebecca Basso

Prodotto e Distribuito da EMERA FILM

il cast

KARINA  ARUTYUNYAN

 

 

Attrice, regista, insegnante, musicista. Nata e cresciuta nell'ex URSS, in Uzbekistan, in una famiglia degli artisti e musicisti di origini armeno-ebraiche. Dopo 13 anni di studi musicali si diploma in pianoforte, musicologia e composizione presso la Scuola Statale, specializzata a indirizzo musicale, paritaria al Conservatorio. Decide di intraprendere la carriera teatrale e dopo quattro anni di studio presso l'Istituto Statale dell'Arte e dell'Teatro si laurea in Arte Drammatica come attrice teatrale e di cinema (il Laboratorio di  Mark Weil), specializzandosi in seguito come regista di teatro di prosa e quello musicale.

Ancora durante gli anni dell’Accademia è assunta come attrice nella troupe principale del Teatro Ilkhome (attualmente The Ilkhome Theater of Mark Weil, Tashkent), la prima compagnia teatrale indipendente nell'Unione Sovietica, di cui fa parte per dieci anni. E’ la co-fondatrice e docente di recitazione presso la Scuola d'Arte Drammatica del Ilkhome Theater of Mark Weil.

Dal 1999, in seguito alle persecuzione della sua famiglia da parte del governo uzbeko si trasferisce in Italia, dove, ottenendo lo status di rifugiato politico, continua la carriera d'attrice, regista e pedagoga.

 

Vincitrice dei numerosi premi teatrali nazionali ed internazionali, fra cui “La parola e il gesto” e “Prova d'attore” in Italia.

Ha lavorato per il cinema e la televisione italiana, partecipando tra gli altri, al pluripremiato cortometraggio Deadline, di Massimo Coglitore, come protagonista per cui ha vinto due volte la nomination come miglior attrice ai festival di MoveFilmFestival ad Ancona e il Mediterraneo in corto a Salerno, a Sguardo da uomo e Lieve crepi sul muro di cinta di Federico Rizzo, alla fiction Squadra  (RAI3), al film televisivo Caccia segreta di Massimo Spano (RAI1).

 

Dal 2016, dopo aver ottenuto la cittadinanza italiana, comincia a lavorare per il cinema e la televisione russa. In Italia, le più recenti produzioni audiovisive sono state la fiction I Bastardi di Pizzofalcone per la regia di Alessandro D'Alatri e i cortometraggio Alexia, per la regia di Loris Di Pasquale ed Eve per la regia di Lorenzo Chierici. Fra i suoi partner sul piccolo e grande schermo sono le star italiane come Paolo Pierobon, Guido Caprino, Alessandro Gassmann e le star russe Vladimir Mashkov, Alexandr Pal', Denis Shvedov, Ravshana Kurkova.

 

Dal 2003 al 2014 è il titolare dei corsi Fondamenti  del Teatro e di Regia Teatrale, presso lo IUAV (L’Università dell’Architettura di Venezia, Facoltà di Design e Arti Visive, Corso di Laurea in Arti Visive e dello Spettacolo), da 15 anni è docente di recitazione all'Accademia dei Filodrammatici di Milano e all’Accademia Teatrale Veneta; dal 2006 al 2009 è il coordinatore artistico e il tutore didattico del progetto Laboratorio Musicale: l'Opera Barocca (IUAV, Gran teatro La Fenice, Teatro Due e l'Orchestra Europa Galante).

CAST TECNICO:

 

Regia REBECCA BASSO per EMERA FILM

Direttore della Fotografia e Operatore Camera LORENZO PEZZANO

Seconda Camera e Focus Puller MARTINA FABIAN e ANGELES PARRINELLO

Fonico di Presa Diretta MARCO ZAMBRANO e ENRICO LENARDUZZI

Postproduzione Audio MARCO ZAMBRANO

Montaggio e Animazione LUCA BOZZATO

Color Correction e Conforming ALICE LORENZON

Disegnatore MARCO CHECCHIN

Scenografo PAOLO BANDIERA

Make up ANNA LAZZARINI e CAROLINA CUBRIA

Elettricista GIANLUCA CECCONELLO e DANIELE FONASSI

Macchinista CRISTIANO GALZERANO

Video Backstage MARTINA ACAZI e RICCARDO MELATO

Fotografo di Scena MARTINA ACAZI

Assistenti di produzione GIULIA ANGELON e VERONICA BENNICI

press

IL MATTINO 28 AGOSTO 2018

GAZZETTINO 30 AGOSTO 2018

IL MATTINO 30 AGOSTO 2018

IL MATTINO 12 GENNAIO 2019

CINECORRIERE DICEMBRE 2019

LA TRIBUNA 13 GENNAIO 2020

press on-line

settembre 2019

gennaio 2020

extra

Rebecca Basso: «Bassil’ora fa luce su una pagina di storia congelata nel tempo e dimenticata. La lezione di Giuseppe Bassi rimane di estrema attualità: amare la vita, non mollare, guardare al male con un pizzico di leggerezza». Conduce in studio Alessia Buiatti.

Arriva a #Udine, al Cinema Centrale il 25 gennaio alle 18, Bassil'ora, l'intenso racconto della #campagna di #Russia, per la regia di Rebecca Basso, raccolto dalla viva voce di uno dei suoi ormai rarissimi superstiti, il #centenario Giuseppe #Bassi che sarà presente in sala (qui sotto il trailer).

Parte del film è stato girato al Tempio di Cargnacco dove il 26 gennaio si commemorerà il 77° anniversario della Battaglia di #Nicolajewka, simbolo di quella tragica guerra. Parteciperà anche l'arcivescovo di Udine che presiederà la Santa Messa alle 11.

Parlando del film, la regista Basso a Radio Spazio ha spiegato che "Giuseppe fu fatto prigioniero dai Russi ad Arbusowka e iniziò un lungo viaggio di 10 giorni a piedi, con oltre 30 gradi sotto zero, senza mangiare, per raggiungere il lager di Tambow. I 4 anni successivi di prigionia furono davvero estremi, dolorosi, vide l'uomo privato della sua dignità e molti dei suoi compagni morire, ma nonostante tutto tornò con una gran voglia di raccontare ciò che aveva vissuto: mi ha detto che questo è stato l'unico modo per lui di vivere tranquillo e di onorare la memoria di chi non era riuscito a tornare".

cliccando il link si può ascoltare l'intervista su Bassil'ora, una produzione Emera Film.

Intervista alla regista Rebecca Basso e al montatore Luca Bozzato sul film BASSIL’ORA.

Un grazie speciale a Daniele Assiri e a Sei un Alpino se per l’interesse a questo progetto!

Giuseppe Bassi e Karina Arutyunyan intervistati al Cinematografo di Gigi Marzullo... una bella soddisfazione per il nostro BASSIL'ORA!!!

Un grazie speciale a Lorenza Somogyi Bianchi di StudioAlfa Ufficio Stampa per l'amore con cui segue il nostro progetto!

Per vedere l'intera puntata:

https://www.raiplay.it/video/2019/11/cinematografo-0fb21e8e-dd9d-41b1-9483-447ac54345c2.html

La presentazione di Bassil'ora, film documentario di Rebecca Basso, ha riempito di commozione lo Spazio FEdS a Venezia76.

Narra la storia di Giuseppe Bassi, centenario, uno dei pochi sopravvissuti alla Campagna italiana in Russia.

gallery

proiezioni

EMERA FILM di Rebecca Basso via Giotto 11B, 35010 Villanova di Camposampiero (PD)      P.IVA  05106620288 C.F. BSSRCC81L70D325H